La Villa Reale di Monza (chiusa al pubblico fino a…?)

Villa Reale di Monza

A oggi la Villa Reale di  Monza rimane chiusa per le disposizioni restrittive volute dal  governo a causa dell’epidemia Covid-19.

Questa situazione però sembra dover durare a lungo a causa di  un contenzioso legale  tra il concessionario privato e il Consorzio Villa Reale e Parco  di Monza.

Il contenzioso  legale non solo produrrà un danno economico ma, soprattutto, creerà un vuoto  culturale in quanto le mostre previste dopo  l’emergenza Covid sono state sospese se non addirittura cancellate.

La speranza è che tutto  si  risolva in meglio  anche per salvaguardare i posti  di  lavoro di  coloro  che lavorano  nella gestione della Villa Reale. ⌋ 

La Villa Reale di Monza: una storia in poche parole 

Villa Reale di Monza
Ritratto di Maria Teresa d’Austria (Martin van Meytens, 1759 – Accademia di Belle Arti di Vienna)

La Villa Reale di Monza venne costruita tra il 1770 e il 1780 per volontà dell’imperatrice Maria Teresa d’Austria come residenza estiva per il figlio Ferdinando  d’Asburgo, governatore generale della Lombardia.

 In effetti la dimora doveva essere una semplice casa di  campagna ma, considerando i 100.000 zecchini  stanziati per la sua costruzione (non conoscendo il valore di uno  zecchino  posso  solo immaginare che la somma fosse enorme), si pensò a una vera e propria reggia.

Il progetto  venne affidato all’architetto Giuseppe (Giorgio Pietro  Baldassare) Piermarini, il quale si  ispirò alla magnificenza della reggia di  Caserta alla cui  realizzazione aveva partecipato  come allievo dell’architetto  e pittore Luigi  Vanvitelli.

Quindi, al  corpo  centrale di  rappresentanza, furono aggiunte due ali laterali dedicate alle stanze padronali e degli  ospiti con altre due sezioni destinate ai  servizi: il risultato  fu  quello  di  avere un numero  di  stanze pari a quasi settecento (pensa pulirle tutte…..).

Con il passare dei  secoli, arrivando  al Novecento, la Villa Reale subì un notevole degrado che andò  peggiorando  nel  periodo  tra le due guerre mondiali e i  decenni  successivi.

Bisogna aspettare la fine degli anni Novanta del  secolo  scorso per vedere finalmente la rinascita del  sito: nel 1996 avviene la cessione gratuita di  gran parte di  esso al Comune di  Milano e quello  di  Monza con il Demanio  dello  Stato  che resta proprietario  di  altre parti.

Villa reale di Monza

La Villa Reale nelle mie immagini

Interno

Esterno

ALTRI SCRITTI
Villa Reale di Monza
Che inquadratura….(esterno della Villa Reale di Monza)

Nel Delfinato tra laghi e crêpes 

Vulcania: il progetto postumo di Katia e Maurice Kraft

Pomposa, l’abbazia nel  delta del  Po

Alla prossima! Ciao, ciao…..♥♥

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: