Sessualità questa sconosciuta (per la scuola in Italia)

Sessualità
Symbolic dance di Jan Ciągliński, tardo XIX secolo

La vera zona erogena? L’immaginazione

Vivienne Westwood 

Sessualità tra  erotismo  e pornografia

la sessualità tra erotismo  e pornografia ha un  confine è molto  labile in quanto per il primo viene descritto un amore appassionato unito  al desiderio sensuale  mentre per la pornografia vale tutto il resto: in poche parole sta a noi decidere dove porre la linea di  confine.

Ad esempio, secondo il mio personale modo  di vedere le cose, c’è differenza tra una scena di  sesso nel  contesto  di un racconto  (film o libro  che sia) dalla visione nuda e cruda dell’atto  sessuale in un video  porno.

Parlando  di pornografia in senso stretto, si può immaginare che l’interesse sia tutto  dalla parte di un certo pubblico al  maschile ma è nel 2009, cioè quando  un gruppo  di  registe femministe svedesi  diede vita a Dirty  Diaries (13 cortometraggi  di pornografia al  femminile tra erotismo  e umorismo), che nasce il porno scritto  e girato da registe donne con una sensibilità erotica al  femminile.

Educazione sessuale nelle scuole  

Il punto  è che non si  può parlare di  sesso a prescindere da ciò che è essenziale per viverlo in maniera sana  e cioè l’educazione sessuale, materia la quale  continua a essere bandita nella scuola italiana (lasciando  alla rete il compito di  colmare le  lacune sull’argomento con esiti più che discutibili) mentre in Europa è materia obbligatoria in 17 nazioni  su 27 (in Germania dal 1968, in Danimarca, Finlandia e Austria dal 1970, in Francia dal 1998), mente l’Italia divide questa mancanza con la Bulgaria, Cipro, Lituania, Polonia e Romania.

Policies for sexuality education in the European Union è il rapporto che il  Parlamento  europeo ha redatto nel 2013 a riguardo dell’educazione sessuale nelle scuole riferite a ogni singolo  Paese dell’ Unione.

Molto più sintetico e comprensibile è il documento  che Valigia Blu ne ha tratto dal  rapporto (visibile sia dal link precedente che cliccando  sull’immagine).

Sessualità

La  mancanza di  educazione sessuale comporta fenomeni  di intolleranza nei  riguardi  di persone con differente orientamento  sessuale (nello specifico omosessuali, lesbiche, transgender e tutto  quello  che compone l’arcobaleno dei  sentimenti)

Ebbene, dall’ Eurobarometro sulla discriminazione 2019  l’Italia ne esce alquanto penalizzata perché solo il 68 per cento  degli italiani si  dichiara favorevole a riconoscere che le persone LGBT devono  avere gli  stessi  diritti  degli  eterosessuali mentre, per contro, i livelli di omofobia e transfobia nello  sport ci portano ben  al  disotto  della media europea.

Dall’immagine seguente (tratta dal report dell’ Eurobarometro  sulle discriminazioni) si può vedere che le nazioni  più aperte sono Svezia, Olanda e Spagna con più del 90 per cento della popolazione favorevole all’integrazione sociale anziché dare spazio  alle discriminazioni.

Sessualità

Concludo con le parole di Alda Merini Alda Merini 

“Beati  coloro che si  baceranno sempre al di là delle labbra.

varcando il confine del piacere per cibarsi  dei  sogni”

 

Alla prossima! Ciao, ciao…♥♥