Bolero? Ma è quello di Maurice Ravel

 

Il bolero è una danza popolare spagnola la cui  creazione  è stato attribuito al  ballerino Sebastian Carezo  nella seconda metà del Settecento, basandosi su  basi musicali  del folklore preesistenti

Il bolero più famoso  è quello di  Maurice Ravel

Sfido  chiunque a dire il contrario e  non rimanere   ipnotizzati al  suo  ascolto  da quel  inizio  lento  che si  fa sempre più incalzante nello  svolgersi dell’opera.

Maurice Ravel
Maurice Ravel

Maurice Ravel  (Ciboure, 7 marzo 1875 – Parigi, 28 dicembre 1937)  compose  il suo  bolero nel 1928,   dietro  la richiesta della danzatrice Ida Rubinstein (Kharkiv, 5 ottobre 1885 – Vence, 20settembre 1960) che aveva pensato a quel tipo  di danza da presentare con la sua compagnia presso l’Opéra  di Parigi  nell’autunno  di  quello  stesso  anno.

Il 22 novembre 1928, il Bolero  di  Ravel venne presentato  all’Opéra con la coreografia ideata da Bronislava Nijinska

Il tema coreografico  è intrinsecamente sensuale:  al  centro  della scena, su  di un tavolo, una ballerina gitana danza mentre intorno  a lei un gruppo  di  uomini, lasciandosi  trasportare dalle note  del  Bolero, ebbri della sua bellezza le si  avvicinavano  sempre di più  sempre di più fino  a raggiungere l’apice nel parossistico  finale dell’opera.

L’aneddoto con Arturo  Toscanini

Si  racconta che il 4 maggio  1930, sempre all’Opéra di  Parigi, Arturo  Toscanini chiamato  a dirigere il Bolero durante l’esecuzione ne cambia il ritmo  rendendolo più veloce.

Questa modifica  alla sua opera offese profondamente Maurice Ravel, tanto  che, al termine della rappresentazione, non volle salire sul proscenio per condividere gli  applausi del pubblico  con il maestro Toscanini.

Quattro  mesi  dopo  lo  stesso  Maurice Ravel inviò una lettere di  riconciliazione  a Toscanini addossando il fatto  a delle malelingue che avevano equivocato  e ingigantito la portata dell’accaduto

Una fortuna che allora non esisteva ancora e Twitter e Facebook dove le malelingue si  sarebbero  sprecate in giudizi poveri  di  contenuto.

 

Alla prossima! Ciao, ciao…


Per terminare in bellezza vi  offro il video di una particolare versione del Bolero di  Ravel per la coreografia del  francese  Roland Petit (Villemomble 13 gennaio 1924 – Ginevra 10 luglio 2011)   con  l’interpretazione della ballerina spagnola Lucia Lacarra e dell’italiano  Massimo Murra.

Buona 💋 visione